EmerGent

Emergency Management in Social Media Generation
I social network come Facebook, Google+ e Twitter sono un fenomeno in crescita e sono nuove pregnanti metafore del modo in cui le persone comunicano tra loro, in cui condividono e ottengono le informazioni, anche in situazioni di emergenza o di crisi. Anche nel corso delle ultime catastrofi, come il disastro alla Loveparade nel 2010 in Germania, il massacro di Utoya in Norvegia nel 2011, il terremoto in Giappone nel 2011 e il conseguente disastro nucleare di Fukushima, l’uragano Sandy nel 2012, i social media sono stati ampiamente utilizzati come mezzo di conoscenza e diffusione di informazioni collegate alle emergenze. Ogni qual volta si verifica una situazione di crisi o di emergenza, vengono create comunità ad-hoc all’interno dei vari canali dei social media attraverso i quali vengono condivise informazioni sull’evento. Tali comunità però spesso non sono connesse tra loro e difficilmente mai connesse ai Servizi di Gestione delle Emergenze (EMS) né ai relativi processi di gestione delle emergenze. EmerGent (Emergency Management in Social Media Generation) è un progetto di ricerca che consentirà l’identificazione di informazioni attendibili e preziose che provengono dai social media e l’integrazione delle stesse all’interno dei processi di gestione delle emergenze. L’obiettivo generale di EmerGent è comprendere l’impatto dell’uso dei social media nelle situazioni di emergenza al fine di migliorare la sicurezza effettiva e la sicurezza percepita dai cittadini nelle varie fasi dell’emergenza.

Overall Concept Of EmerGent

Figura 1 Il concetto generale di EmerGent.

Oggi, come è possibile vedere nella Fig.1 il “Ciclo di Gestione dell’Emergenza” (Emergency Management Cycle – EMC) non include, nelle varie fasi che lo costituiscono, l’importante bagaglio di informazioni che vengono condivise attraverso i social media. Per questa ragione il progetto EmerGent prevede una fase di analisi dell’uso attuale dei social media in casi di emergenza e delle potenzialità future di un efficace interazione tra cittadini e EMS grazie all’utilizzo dei social media. EmerGent cercherà di comprendere in che modo i social media possano fornire informazioni utili ai cittadini al fine di aumentare la consapevolezza delle persone nel corso di un’emergenza. Verranno analizzate le emergenze accadute in passato, nelle quali i social media hanno evidentemente avuto un ruolo cruciale. Sono previsti workshop con esperti e una attenta analisi dei risultati ottenuti. Per la gestione della grande mole d’informazioni, verranno sviluppati dei metodi per la classificazione (Information Mining – IM) e la valutazione (Information Quality – IQ) dei dati ottenuti dai Social Media. È previsto lo sviluppo di un’applicazione mobile, integrata con i providers dei social network, che consenta agli utenti, la visualizzazione delle informazioni valutate come rilevanti da EmerGent.

Tutti i risultati delle valutazioni e degli studi consentiranno, inoltre, la stesura di Linee Guida che permetteranno ai diversi attori coinvolti di comprendere il reale beneficio dell’utilizzo dei social media e l’importanza di integrarli proficuamente all’interno dei processi di emergenza sia a livello concettuale che tecnico, al fine di creare soluzioni di mercato che possano diventare di uso comune da parte dei servizi di emergenza.

EmerGent è un progetto cofinanziato dalla Comunità Europea tramite il Settimo Programma Quadro. Partito nel 2014, prevede una durata di 3 anni  ed un consorzio formato da 10 partner provenienti da 7 Paesi.

Di seguito l’elenco dei membri del consorzio di EmerGent:

Sito ufficiale di EmerGent:

http://www.fp7-emergent.eu/  

Follow us on Twitter:

@FP7_Emergent