Il 3D del Giardino Bellini di Catania

Giardino Bellini
Intervento: modellazione da file Autocad, rendering, simulazione, animazione, presentazione multimediale

PDF Articolo su GEOMEDIA

PDF Articolo su LA SICILIA

La Mestor ha avuto il piacere di lavorare per la V Direzione LL.PP., 4° Servizio “Progettazione e Realizzazione Nuovo Verde e Arredo Urbano” di Catania, nell’ambito del “Progetto Speciale Recupero e Valorizzazione del Verde Storico Giardino Bellini”. La collaborazione, durata circa 1 anno, ha riguardato i seguenti servizi:

  • attività di consulenza e coordinamento informatico finalizzata alla trasposizione su supporto digitale del progetto definitivo ed esecutivo, tramite collazione, verifica ed uniformazione di tutti i documenti, i disegni tecnici e gli elaborati prodotti dai componenti del team progettazione;
  • supporto logistico per consentire, in maniera sicura ed autenticata, la collazione coordinata e l’archiviazione ottimizzata di tutti elaborati prodotti dai componenti del team progettazione, tramite la messa a punto di una Stazione Operativa attrezzata opportunamente di server, client e connettività Internet dedicata di 2MBit;
  • output in formato cartaceo ed elettronico di tutti gli elaborati del Progetto copie cartacee, in formati standard (A0, A1, A2, A3, A4) e non, a colori ed in bianco e nero, delle relazioni e degli elaborati grafici relativi al rilievo topografico e architettonico dello stato di fatto ed al progetto esecutivo;
  • CD di archivio contenenti l’elenco delle tavole, relazioni, elaborati grafici (dwg) e file di stampa e CD di illustrazione del Progetto, fruibili tramite metafora web o come presentazioni in MS PowerPoint;
  • creazione, mantenimento, aggiornamento ed hosting del sito web dedicato al Progetto e finalizzato a
    fornire informazioni al pubblico sul Progetto, lo stato dei lavori, l’iter amministrativo, la storia ed il degrado attuale del Giardino Bellini;
  • consentire al team di progettazione di accedere alle informazioni condivise, al fine di una collaborazione efficace di tutte le figure professionali coinvolte, tramite l’area privata del sito accessibile per mezzo di un sicuro meccanismo di autenticazione;
  • realizzazione del modello tridimensionale del Giardino Bellini secondo le specifiche del Progetto Esecutivo.
  • Presentazione

    L’attività primaria, in termini di effort e tempi, nell’ambito della collaborazione per il “Progetto Speciale Recupero e Valorizzazione del Verde Storico Giardino Bellini”, è stata la modellazione e quindi il rendering del Giardino Bellini secondo le specifiche del Progetto Esecutivo.

    Il modello tridimensionale ed il rendering sono stati realizzati al fine di perseguire i seguenti obiettivi:

  • disporre di una rappresentazione, più efficace rispetto a quella bidimensionale, che consenta agli addetti ai lavori (target audience) di meglio apprezzare gli interventi di restauro, ristrutturazione e riqualificazione, “muovendosi dal particolare al generale e viceversa”;
  • avvalersi della grafica 3D, a supporto della comunicazione istituzionale, per trasmettere al pubblico la natura del Progetto messo in essere, sia in termini di opere di restauro, attualizzazione e salvaguardia che di nuova fruibilità del Giardino Bellini.
  •  

    Il Giardino Bellini è stato fedelmente modellato basandosi sui file di Progetto

    L'immagine mostra la complessità del progetto 3D

    L'immagine mostra la complessità del progetto 3D

    Il Modello 3D

    Il modello del Giardino Bellini è stato realizzato partendo dai file CAD di progetto (DWG) al fine di raggiungere l’alto livello di dettaglio e precisione richiesto e di conseguire un elevato grado di qualità tecnico-artistica. Dai punti di quota, calcolati durante la fase di rilievo topografico, sono state generate le curve di livello e quindi il modello del terreno. Nella ricostruzione virtuale del sito sono stati considerati anche tutti gli elementi plano-altimetrici importanti per una ricostruzione fedele della topografia del luogo (spigoli, curve, viali, aiuole, fabbricati, etc.).

    Gli elementi architettonici e scultorei, sia dello stato di fatto che di progetto, sono stati realizzati partendo dai prospetti di progetto rispettando le dimensioni reali degli elementi e gli aspetti progettuali (scala 1:1). Gli elementi architettonici e scultorei sono stati rivestiti con materiali e tessiture che rispecchiano i materiali reali utilizzati. Tra tali elementi, a titolo puramente esemplificativo, enumeriamo: sculture (fontane e busti), scalinate (tra cui il Samonà), chioschi (Chiosco della Musica e delle Palme), specchio d’acqua calpestabile disposto sull’attuale Piazzale delle Carrozze, ponte di collegamento tra la collinetta nord ed il viale degli uomini illustri, pavimentazioni, panchine (ferree e non), lampioni, ringhiere.

    Gli elementi arborei modellati sono stati quelli di chioma medio-grande, eccezion fatta per le siepi che sono state interamente realizzate, e sono stati modellati considerando le caratteristiche botaniche di ogni specie (dimensioni, fusto, fogliame). Gli elementi arborei hanno creato non poche difficoltà a causa della diversità delle specie e della loro elevata complessità in termini di numero di poligoni.

    Considerando infatti il modello virtuale dell’intero Giardino Bellini, il numero complessivo dei poligoni del modello è di poco superiore ai 2 milioni e mezzo. Questa cifra può essere letta come indice esemplificativo di dettaglio ed al contempo testimonia la complessità del progetto che ha richiesto l’utilizzo di stazioni grafiche adeguate.

    Vista prospettica a livello di modellazione e relativo rendering

    Vista prospettica a livello di modellazione e relativo rendering

    Al fine di contestualizzare il modello, sono stati modellati gli edifici che circondano il Giardino Bellini e che si snodano lungo Via Sant’Euplio, Viale Regina Margherita, Via Salvatore Tomaselli e Via Domenico Cimarosa. Le fotografie scattate ai palazzi sono state quindi “mappate” sui modelli per raggiungere un alto grado di realismo e di contestualizzazione.

    Esempio che mostra la mappatura fotografica (vedi spalla del ponte)

    Esempio che mostra la mappatura fotografica (vedi spalla del ponte)

    Oltre a curare l’aspetto tecnico, nella realizzazione del modello si è proceduti all’introduzione di tutti quegli elementi dinamici necessari a dare maggiore realismo al prodotto finale, come ad esempio cielo e sole tali da simulare una bella giornata dell’estate siciliana e l’acqua nelle varie fontane del Giardino. Si è giunti sino alla simulazione delle fontane e dell’acqua nello specchio d’acqua calpestabile che verrà costruito nel Piazzale delle Carrozze, attualmente in degrado. Sono state quindi simulate le 75 fontane, disposte lungo 5 colonne, che gradualmente riempiranno il lago fino a colmarlo di acqua.

    Il Rendering

    Completata la modellazione dell’intero Giardino Bellini, si è proceduti al rendering per produrre una decina di animazioni a “volo d’uccello” e circa un centinaio di immagini sia globali di tutto il Giardino che, più specificamente, delle seguenti aree:

    Ingresso del Samonà
    Labirinto Biscari
    Giardino d’acqua
    Chiosco Ferreo
    Chiosco delle Palme
    Ponte di collegamento tra la collinetta nord ed il viale degli uomini illustri
    I file di output derivanti dall’attività di rendering sono stati prodotti in differenti formati al fine di disporre di animazioni ed immagini di alta qualità, ma di grandi dimensioni, e di animazioni ed immagini di qualità inferiore ma fruibili tramite Internet. Al fine di una migliore fruibilità degli elaborati, si è provveduto alla creazione di:

    presentazione in MS Powerpoint finalizzata alla presentazione del Progetto;
    interfaccia intuitiva per la navigazione, in formato HTML su CD auto-eseguibile;
    presentazione multimediale del Progetto su DVD.

    Giochi di acqua nel piazzale di pietra

    Giochi di acqua nel piazzale di pietra

    Giochi d'acqua nel labirinto Biscari

    Giochi d'acqua nel labirinto Biscari

    Progetto realizzato da MESTOR snc. Risultati e competenze trasferite a IES Solutions.